Prenoti ora

L'età dei bambini (al momento dell'arrivo)

Applica

I nostri servizi

  • Avete qualche dubbio o domanda?
  • Piazza Principale 839052 CaldaroAlto Adige/ITALIA
  • T. +39 0471 963 169F. +39 0471 963 469E. info@caldaro.info
  • Orari d'aperturaDa lunedì a venerdìdalle ore 8 alle 18luglio, agosto e settembre giovedì fino alle ore 22sabatodalle ore 9 alle 18domenica e giorni festividalle ore 9 alle 12.30

Prenoti ora

L'età dei bambini (al momento dell'arrivo)

Applica

Regolamento di pesca

dal 2019

1. La pesca nel Lago di Caldaro
è permessa soltanto a coloro, che sono in possesso di una valida licenza governativa, di una carta di abilitazione pesca e di un permesso. Il pescatore è tenuto alla scrupolosa osservanza delle condizioni fissate dal presente regolamento.

2. Misure di gestione di pesca delle acque ciprinicole
L´ufficio caccia e pesca stabilisce che in tutte le acque ciprinicole sul territorio provinciale e così anche nel lago di Caldaro per la pesca con pesci esca e consentito solamente l’uso dell´ esca pesci di mare morta. La pesca col’ esca viva e vietata. Inoltre dopo ogni uscita di pesca L´attrezzature e i accessori di pesca devono essere regolarmente pulito.

Con la sola eccezione di semine di materiale locale, autorizzate dall'Ufficio Caccia e Pesca sono vietate tutte le semine in acque ciprinicole. Inoltre e vietato la traslocazione di pesci vivi da acque ciprinicole.

3. Mezzi di pesca
È consentita esclusivamente la pesca con L’amo. L’uso di esche artificiali è facoltativo. Non è consentito al pescatore di allontanarsi dalle proprie canne innescate. È perciò vietato di legarle ai pali che si trovano nel lago. La pesca col bilancino è vietata. È consentito l’uso contemporaneo di 4 canne con 2 ami per canna. La pesca con piatti di legno galleggianti custoditi o abbandonati è vietata.
È vietata la pesca con la larva della mosca carnaria come anche la pesca con pesci esca viva.

4. Epoche di divieto e misure minime
Cobite comune / pesce protetto
Tinca 1.6. – 30.06. 25cm
Carpa Nessun periodo 35cm
Luccio 1.2. – 30.04. 65cm
Persico 19.3. – 30.04. 15cm
Luccioperca 15.2. – 30.04. 45cm
Anguilla Nessun periodo 40cm

5. Disposizioni speciali
I pesci che venissero eventualmente catturati in epoca di divieto riguardo alle specie, debbono essere riposti in acqua con i riguardi del caso. I pesci di misura inferiore alla prescritta, eventualmente catturati, devono essere immediatamente liberati in acqua. Quando il pesca ha inghiottito l’amo troppo profondamente bisogna tagliare il terminale. La lunghezza va misurata dall’apice della testa all’estremità della pinna caudale.
È vietato per tutto il periodo della pesca alla carpa e alla tinca di pescare ancorati ai pali di proprietà altrui salvo il permesso del proprietario degli stessi. Per evitare giusti risentimenti da parte di altri pescatori è vietato collocare i propri pali dagli altri ad una distanza inferiore agli 80 metri. Ogni pescatore deve avere un solo posto.

6. ATTENZIONE
Per ridurre la popolazione delle carpe nelle acque, le carpe catturate che hanno superato la misura minima prescritta, devono essere rimosso dal l’acqua e non più reimposta nelle acque. Le carpe catturate possono essere messo nel bacino (recinto) costruito appositamente direttamente nel lago vicino la casa dei Pescatori.

7. Ogni pescatore deve portare con sé la licenza governativa e il regolare permesso rilasciato dalla società ed esibirlo a richiesta agli organi di sorveglianza.

8. Ogni pescatore socio ha il diritto e l’obbligo di richiedere ad altri pescatori a lui sconosciuti, l’esibizione del permesso di pesca.

9. È fatto assoluto divieto di vendere o comunque permutare a scopo di lucro il pesce catturato.

10. Numero massimo giornaliero:
Tinca 5 pezzi
Carpa nessun divieto
Luccio 1 pezzo
Persico 5 chili
Luccioperca 3 pezzi
Amur bianco nessun divieto
Anguilla nessun divieto
Nessun divieto per le altre specie.

11. La Società proibisce la pesca notturna nelle vicinanze delle rive dalla barca.

12. La pesca con l’ausilio di qualsiasi tipo di barca a motore è vietata.

13. Per ogni pesca giornaliera la pastura per pesci non può essere superato di 2kg. Mais grezzo e vietato per la pastura.

14. Divieto di pesca dal 1°dicembre al 18 marzo,
dal 19.03. al 30.04. è consentita la pesca notturna esclusivamente alle anguille.
dal 01.05. al 31.05. è consentita la pesca notturna esclusivamente alle ciprinidi e alle anguille.
dal 01.06. al 30.06. è consentita la pesca notturna esclusivamente alle Carpe.
dal 01.07. al 31.10 è consentita la pesca notturna a tutte le specie non protetti.
dal 01.11. al 30.11. è vietata la pesca notturna.

15. Provvedimenti punitivi
Ogni inosservanza al presente regolamento sarà di volta in volta esaminata dalla direzione della Società, che stabilirà la punizione che potrà essere:
a carattere disciplinare e cioè: ammonimento scritto per infrazioni che non rivestano carattere di particolare gravità fino al ritiro temporaneo del permesso nei casi più gravi per un periodo massimo di un anno;
a carattere pecuniario e cioè: contravvenzioni verranno stabiliti dalla Direzione.

Per tutte le infrazioni di eccezionale gravità decide soltanto L’assemblea generale, la quale si riserva di comminare ai trasgressori le punizioni che caso per caso saranno opportune.
Pescatori che non vogliono accettare la punizione, possono fare ricorso ad un consiglio di disciplina, che viene eletto dalla assemblea generale.
Per qualsiasi infrazione il permesso di pesca deve essere depositato presso la Direzione.
In tutti i casi di contravvenzione la Società si riserva la facoltà di procedere anche in via legale nei riguardi del contravventore.

16. Ogni pescatore che pratica la pesca sul lago di Caldaro deve accettare le disposizioni contenute nel regolamento della Società.